Cosmetici anallergici e biologi

Cosmetici, sieri e creme sono il nutrimento della pelle e devono essere scelti con cura come gli alimenti. Che anche il make up debba essere in regola sembra una logica deduzione, ma le allergie da contatto sono in crescita in Europa, nonostante l’aumento delle formulazioni naturali e alla tracciabilità dei cosmetici assicurata da una legge europea. L’obbligo di un numero di lotto che garantisca l’individuazione del percorso produttivo ma anche distributivo di ogni prodotto cosmetico come avviene nella filiera alimentare non è l’unica novità nel settore. Ora le campagne promozionali dei cosmetici non potranno più contenere messaggi ingannevoli, in quanto gli benefici dei prodotti dovranno essere sempre attestati da test di valutazione. Le prove di valutazione inoltre, potranno essere divulgate solo se eseguite seguendo protocolli riproducibili, specifici e affidabili.

Queste norme sono state imposte per ridurre i rischi di allergie e irritazioni dovute all’uso di cosmetici, in cui attualmente in Italia incorre circa il 15% delle persone nel corso della vita. Gli effetti collaterali dei cosmetici sono innescati principalmente da ingredienti chimici. I prodotti naturali invece sono sì arricchiti con diverse sostanze, ma tutte di origine biologica e prestando attenzione anche all’aspetto equo e solidale: ciò spiega l’origine del loro successo.

cosmeticiAd esempio i prodotti Crabtree&Evelyn della linea Pomegranade contengono olio di Argan coltivato In Marocco seguendo standard equi e solidali, in particolare per quello che riguarda il lavoro delle donne.

Caudalie invece devolve l’1% dl suo fatturato mondiale a diverse associazioni ambientaliste.

TAGS

Materiali: in arrivo la super Plastica!

Il professor Moshe Kol e la sua equipe dell’università di Tel Aviv hanno sviluppato una plastica estremamente longeva e dura come l’acciaio. Questa super plastica purtroppo non è biodegradabile, ma è talmente resistente da poter essere impiegata in sostituzione di alcuni metalli – ad esempio nelle scocche delle automobili. Le vetture costruite con parti in super plastica sono più leggere delle automobili tradizionali e hanno quindi un minore impatto ambientale perchè consumano meno. La composizione chimica della super plastica è molto particolare perchè contiene un composto catalizzatore nel di produzione del polipropene, cioè il materiale usate nella produzione della comune plastica, che salda fortemente le molecole che compongono questo materiale. Il processo di produzione della super plastica è lungo e dispendioso, ma questo nuovo materiale potrebbe essere un papabile sostituto per altri materiali altrettanto dispendiosi e non biodegradabili, come il cemento.

plastica

Super Plastica

La super plastica è anche utilizzata per realizzare le sporte per la spesa non usa e getta, che vengono utilizzate più volte e quindi producono meno rifiuti.

TAGS

Berlucchi: lo Spumante di Fanciacorta

Le bollicine made in Italy sono in costante ascesa di consenso tra gli intenditori di vini e non. L’etichetta italiana più famosa è sicuramente Berlucchi, gestita dalla seconda generazione della famiglia Ziliani, che ha saputo esaltare lo spumante prodotto nella zona della Francia-corta con etichette di molto spessore.

spumanteIl Berlucchi Rosè esprime una contrapposizione molto gustosa tra freschezza e vinosità fruttata grazie a un perfetto equilibrio tra Pinot nero macerato nelle sue bocce e Chardonnay.

Il Satin della linea Palazzo Lana è uno dei migliori Chardonnay: è vinificato e affinato in barrique prevalentemente di Troncais di secondo passaggio ed è conservato in bottiglia su lieviti per 4 anni.

Già dopo 2 anni, il Berlucchi Satin assume un carattere dinamico e carezzevole molto piacevole al palato.

TAGS

Menta verde

Esistono almeno 12 varietà diverse di menta: quella verde, la più comune, che viene normalmente usata per profumare insalata, salse e pietanze varie; quella cedrina, usata per le macedonie e per le pesche sciroppate; quella piperita, adatta alla distillazione, e svariati altri tipi meno famosi. La menta è una pianta aromatica erbacea: le foglie vanno raccolte a Giugno, mentre le cime fiorite vanno lasciate fino all’Estate.

menta-verde

Menta

Come scegliere la Menta

La Menta è una pianta spontanea ed è quindi molto facile coltivarla sul balcone o in un vasetto, in modo da poterne avere di fresca sempre a disposizione. Se la acquista già raccolta, scegli quella dalle foglie con il colore più brillante.

Come pulire la Menta

Per pulire la menta, sciacquala velocemente sotto l’acqua e spezzettale con le mani, in modo che non perda il suo aroma.

Come conservare la Menta

La menta recisa si conserva intatta in frigo per un paio di giorni, oppure può essere messa in un vaso con i gambi immersi in acqua.

TAGS

Alla Ricerca di Aria pulita

Anche tu sei alla ricerca di aria buona? Innanzitutto segui questi semplici consigli.
aria-pulita

  • Se abiti in città, scegli un piano alto in un quartiere a Ovest. I piani alti garantiscono una protezione dagli ossidi di azoto – che non arrivano a grandi altezze -, ma non dall’azoto. I quartieri a Ovest sono in genere preferibili perchè sopravento.
  • Se abiti in montagna, preferisci il versante orientale, poiché i venti dominanti provengono più spesso da Ovest.
  • Se poi vuoi essere proprio sicuro di essere al riparo da ogni agente inquinante atmosferico, dovresti trasferirti nelle isole Svalbard o nella Scozia settentrionale. Ma attento a non salire più a Nord! Strani giri di correnti convogliano infatti nel circolo polare artico, molto dello smog europeo prodotto più a Sud.

Rispetto agli anni ’90, oggi la situazione dell’inquinamento atmosferico è decisamente cambiata.

Inquinanti pericolosi come il monossido di carbonio e gli ossidi di zolfo sono diminuiti, mentre i livelli di ozono e PM10 destano allarme. In Europa, tra il 1999 e il 2009, i livelli di ossido di zolfo sono diminuiti del 62% e quelli di monossido di carbonio del 56%. Leggi di più

TAGS

SOS Mare: il Pesce si va restringendo!

La pesca dissennata e non sostenibile – nota anche come overfishing – non solo riduce la quantità del pescato, ma anche la sua dimensione.

sos-mareLo dimostra uno studio condotto presso l’università di York, nel regno Unito, dal biologo marino Callum Roberts, che ha analizzato le dimensioni dei pesci di innumerevoli foto ricordo di battute di pesca, raccolte in diverse località. Non c’è dubbio: la dimensioni e la frequenza di pesca di un pesce eccezionale calano con l’andare del tempo. Il fenomeno del restringimento può essere spiegato come un’evoluzione naturale della specie: dato che la probabilità di essere pescati – e quindi di di non potersi riprodurre – aumenta in relazione alla dimensione, i pesci tendono a crescere più lentamente per preservare la specie.

TAGS

Un Orto tirolese tra Viole e Arnica

Per soli 6 mesi all’anno – da Aprile a Settembre – una donna sud tirolese coltiva il suo orto con fatica ma anche con soddisfazione. Anche di lei ci parla il libro di Michela Pasquali “Südtitiroler Paradies. Orti di Montagna” edizioni Linaria. In questi pezzetti di terra ben recintati non mancano mai ortaggi, cavoli, insalata ed erbe aromatiche come la viola del pensiero, l’erba cipollina e l’arnica, i cui fiori gialli vantano svariate virtù terapeutiche. L’orto, oltre a essere un duro lavoro, è anche un luogo in cui pensare, mentre si semina la bietola o si dissodano le dure zolle, uno spazio dove scacciare i brutti pensieri e le preoccupazioni curando peonie e margherite o raccogliendo fragole, zucche, fagioli e spinaci.

un orto tirolese

Südtitiroler Paradies. Orti di Montagna

Da molti secoli in Tirolo gli orti di montagna riescono quasi miracolosamente a sopravvivere ai duri inverni, pur mantenendo la loro spontaneità: risalgono infatti ai tempi del Capitolare de villis di Carlo Magno le prime notizie di questo tipo di coltivazioni, praticate anche dai monasteri medievali di questa regione italiana di lingua tedesca. Un documento conservato nell’abazia di San Gallo ad esempio, ci illustra la cura dei prodotti della terra e le abitudini culinarie dell’anno 732. Con il passare dei secoli questi orti non sono regrediti: si sono anzi arricchiti delle nuove varietà vegetali importate dalle Americhe e dalla Cina. In Tirolo gli orti di montagna sono nati per necessità, ma oggi sono considerati anche un paesaggio da tutelare e conservare, con tanto di contributi per chi rinnova le recinzioni in stile tradizionale.

C’è addirittura una scuola, a Laimburg, per chi vuole vuole apprendere la tradizionale cura degli orti di montagna.

TAGS

Il Barolo chinato aiuta a meditare e non solo

Il Barolo chinato è un vino aromatizzato con Cardamomo, Genziana, radice di Rabarbaro e corteccia di China, che viene prodotto in Piemonte sin dalla fine del XIX secolo. Il numero e la quantità di spezie e aromi usati nella preparazione del Barolo chinato può variare da ricetta a ricetta e, in alcune versioni, sono presenti anche Alloro, Chiodi di Garofano, buccia di Arancia amara, Coriandolo, Maggiorana e altri aromi.

barolo-chinato

Il Barolo chinato

Il Barolo chinato ha da sempre la fama di “vino medicinale” e il suo uso come corroborante nelle malattie da raffreddamento è radicato nella tradizione piemontese. Il Barolo chinato va servito caldo, come una sorta di vin brulé, in caso di raffreddore, ma anche come digestivo o come semplice vino da dessert da accompagnare con dei biscotti per una gustosa merenda a metà pomeriggio.

E’ facile trovare etichette di Barolo chinato molto pregiate, curate nella produzione e, a volte, invecchiate, che si prestano benissimo alla meditazione.

TAGS

Eco Design: l’Edificio che produce Energia

eco-design

Vodafone Village

Architettura eco-sostenibile ed eco design sono gli strumenti usati per la riqualificazione di aree industriali dismesse come il Vodafone Village di Milano. L’edificio, inaugurato nel 2012 e in cui lavorano più di 3000 persone, è dotato di una centrale di trigenerazione da 3 Mega-watt e di un parco fotovoltaico di 800 metri che produce 80 Kw/h di energia, che gli consentono l’indipendenza energetica. L’intera struttura poi, è stata realizzata in cemento fotovoltaico, che neutralizza l’inquinamento presente nell’aria.

TAGS

Se ami gli Inseparabili adottali in coppia

Gli Agapornis o Inseparabili sono piccoli pappagalli molto diffusi nelle case italiane. Ne esistono ben nove varietà, tutte di piccole dimensioni e dal piumaggio brillante e variegato. Gli Inseparabili, come si intuisce dal nome, hanno una forte tendenza a vivere in coppia, ed è quindi essenziale adottarne almeno due.

inseparabili

Gli Inseparabili

Anche l’alloggiamento di questi uccelli è molto importante.

  • La gabbia destinata agli Inseparabili dovrebbe essere di almeno 1 metro di diametro e di zinco, perchè piombo, rame e zinco risultano tossici per questi amabili animali.
  • Il fondo dell’alloggiamento dovrebbe essere ricoperto di fogli di giornale che andrebbero sostituiti quotidianamente.
  • Infine un’attenzione particolare va riservata ai contenitori di acqua e cibo: devono essere tanti quanti gli uccelli che abitano nella gabbia, per evitare che gli esemplari dominanti impediscano agli altri di bere e nutrirsi.
TAGS